Connect with us

Cinema

Buon compleanno Hulk: 60 anni per la furia verde

Published

on

Sono passati esattamente 60 anni dal debutto fumettistico de “L’incredibile Hulk”, ideato da Stan Lee e illustrato da Jack Kirby, il 10 maggio 1962. L’ispirazione per creare il gigante venne in seguito alle allarmanti preoccupazioni collettive riguardanti l’energia nucleare. A questo fenomeno si aggiunsero inoltre evidenti influenze del romanzo “Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde”, di Robert Louis Stevenson.

La storia di Hulk

Bruce Banner è un biochimico e fisico nucleare al servizio dell’esercito americano, che lavora per il generale Thaddeus Ross. Un giorno, mentre sperimentava in laboratorio per creare un’arma atomica, viene colpito da un fascio di raggi Gamma mentre cerca di proteggere il giovane Rick Jones dagli stessi. È così che nasce Hulk, che letteralmente si traduce in “omaccione”, una versione furiosa, gigante e verde del geniale scienziato.

Eppure, nelle strisce a fumetti, l’iconico colore verdastro dell’antieroe non è sempre esistito. Nelle prime versioni della storia, Hulk era grigio e si manifestava solo dal tramonto all’alba, per poi ritornare ad essere Bruce. Il colore grigio, però, dava problemi di disomogeneità al momento della stampa, quindi si optò per il verde brillante che ormai tutti conosciamo.

La scalata per il successo

Potrebbe sembrare strano, ma in realtà il personaggio di Hulk non fu ben accolto dai lettori del ’62. Nonostante ciò, la Marvel non arrestò la storia del mostro dopo i sei numeri già pubblicati, e lo inserì nelle serie “The Avengers” e “The Defenders”.

Seppure le menti creative della serie lo fecero scontrare con “La cosa” dei Fantastici 4, ottenendo un riscontro molto positivo, l’acerrimo nemico di Hulk è un altro. Il capo di Bruce Banner, Thaddeus “Thunderbolt” Ross, nonché padre di sua moglie Betty, non può fare a meno di covare un odio profondo per lo scienziato. Così, prendendo spunto dall’incidente di Bruce, Thaddeus decide di farsi investire a sua volta dai raggi Gamma per trasformarsi in un terribile Hulk Rosso.

Remake televisivi e cinematografici di Hulk

Dopo il debutto come fumetto, “L’incredibile Hulk” diventò una serie tv, trasmessa negli USA dal 1977 al 1982. La produzione scelse Bill Bixby per vestire i panni del fisico Bruce Banner e il body builder Lou Ferrigno per interpretare il ruolo di Hulk.

Sul grande schermo, Hulk è apparso per la prima volta nel 2003 nell’omonimo film di Ang Lee, e poi nel 2008 con la stessa regia ma con il supporto del Marvel Cinematic Universe. Fu il propulsore per far amare sempre di più la furia verde, anche grazie alla sua partecipazione nella saga de “The Avengers” e in altre produzioni Marvel. Buon compleanno Hulk!

_____

Continua a seguirci su Facebook, su InstagramTwitter e Waveful! Ricevi tutte le notizie sul tuo cellulare iscrivendoti al canale Telegram.

Scopri gli ultimi aggiornamenti cliccando qui.

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Direttore responsabile: Maurizio Cerbone Registrazione al Tribunale di Napoli n.80 del 2009 Editore: Komunitas S.r.l.s. - P.IVA 08189981213 ROC N° 26156 del 25 gennaio 2016