Connect with us

la settimana tv

Incendio rifiuti a Giugliano: 2 arresti

Published

on

Micillo (M5S): “Controllo del territorio, ecoreati, bonifica dei luoghi, videosorveglianza e denuncia dei cittadini: la strada è quella giusta”. Sulla vicenda dichiarazioni anche dell’assessore di Giugliano alla terra dei Fuochi Tonia Limatola

«Un altro colpo inferto agli eco-criminali dai Carabinieri della Compagnia di Giugliano. Arrestate due persone ritenute responsabili di riciclaggio e combustione illecita di rifiuti. Ulteriori indagini dei Carabinieri hanno portato al rinvenimento di 300 carcasse di automobili prima “cannibalizzate” e poi date alle fiamme». Così ha commentato l’operazione dei Carabinieri il deputato del Movimento 5 Stelle Salvatore Micillo.

«Il brillante risultato che ha messo in luce anche un mercato “parallelo” di pezzi di ricambio rubati, è stato raggiunto grazie all’installazione di sistemi di videoripresa e di servizi di osservazione della polizia giudiziaria» ha proseguito Micillo

«Un altro segno importantissimo della presenza dello Stato sul territorio. Adesso, con i “nuovi” reati ambientali, chiunque appicca il fuoco a rifiuti abbandonati ovvero depositati in maniera incontrollata è punito con la reclusione da due a cinque anni. Nel caso in cui sia appiccato il fuoco a rifiuti pericolosi, si applica la pena della reclusione da tre a sei anni. Il responsabile è tenuto al ripristino dello stato dei luoghi, al risarcimento del danno ambientale e al pagamento delle spese per la bonifica». Ha aggiunto

«Ricordo – ha proseguito ancora Micillo – che la pena prevista è aumentata di un terzo se il delitto è commesso nell’ambito dell’attività di un’impresa o comunque di un’attività organizzata. Essa è aumentata di un terzo anche se il fatto è commesso in territori che, al momento della condotta e comunque nei cinque anni precedenti, siano o siano stati interessati da dichiarazioni di stato di emergenza».

«Ringrazio i Carabinieri della Compagnia di Giugliano guidati dal Capitano Coratza e la Polizia Locale di Giugliano guidata dalla Comandante Petrillo per il risultato conseguito grazie al loro importantissimo lavoro svolto a tutela della salute dei cittadini e dell’ambiente». Così ha concluso il deputato Salvatore Micillo componente della Commissione Ambiente alla Camera.

A lui si aggiunge oggi anche l’assessore alla terra dei Fuochi del Comune di Giugliano, Tonia Limatola che sottolinea: “Giugliano è finalmente protagonista della lotta contro i roghi con la propria polizia municipale dentro la cabina di regia della Terra dei Fuochi grazie all’enorme attenzione sul nostro territorio da parte della Prefettura. Le attività investigative delle forze dell’ordine stanno andando nella direzione di scongiurare i roghi sul nostro territorio. E gli arresti di oggi rappresentano un segnale significativo della presenza dello Stato, oltre a testimoniare il buon funzionamento del sistema di videosorveglianza, e una risposta efficace e tempestiva agli incendi seguiti a poche ore dalle recenti operazioni delle forze dell’ordine”. 

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Direttore responsabile: Maurizio Cerbone Registrazione al Tribunale di Napoli n.80 del 2009 Editore: Komunitas S.r.l.s. - P.IVA 08189981213 ROC N° 26156 del 25 gennaio 2016