Connect with us

Cronaca

Hacker russi attaccano siti istituzionali italiani.

Published

on

Hacker russi attaccano siti istituzionali italiani.

Fuoco a tutti”, hanno scritto i pirati informatici lanciando l‘attacco Ddos e indicando sui propri canali Telegram un lungo elenco di obiettivi, una cinquantina in tutto tra ministeri, aziende, autorità di garanzia, media, organi giudiziari, per “liquidare la struttura informativa italiana”, chiedendo un attacco per 48 ore e di non colpire il sistema sanitario.

La rivendicazione dell’offensiva, sul canale Telegram, porta, ancora una volta, la “firma” del collettivo russo Killnet: ad essere presi di mira sono stati il portale del Csm, Consiglio superiore della magistratura, il sito dei ministeri degli Esteri, dell’Istruzione e dei Beni Culturali, e quello dell’Agenzia delle Dogana.

Non solo i siti istituzionali.

Gli hacker di Killnet che hanno preso di mira i siti di diverse istituzioni italiane, hanno attaccato anche quelli di diversi aeroporti.

In particolare, l’attacco Ddos ha interessato gli scali milanesi di Malpensa e Linate, quello di Orio al Serio a Bergamo, quello di Genova e quello di Rimini.

Anche durante l’Eurovision, svoltosi a Torino, ci sono stati diversi attacchi degli hacker russi.

L’11 maggio scorso, infatti, è stato rivolto contro l’Italia un altro attacco hacker. Attacco che ha interessato sette importanti siti internet, tra cui quello del Senato della Repubblica.

Il 16 maggio, ancora, è stato sventato un altro pericoloso attacco cyber al sito della polizia, entrambi riconducibili al collettivo Killnet.

Nel mezzo c’è stato il tentativo di violare il sito dell’Eurovision.

_____

Continua a seguirci su Facebook, su InstagramTwitter e Waveful! Ricevi tutte le notizie sul tuo cellulare iscrivendoti al canale Telegram.

Scopri gli ultimi aggiornamenti cliccando qui.

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Direttore responsabile: Maurizio Cerbone Registrazione al Tribunale di Napoli n.80 del 2009 Editore: Komunitas S.r.l.s. - P.IVA 08189981213 ROC N° 26156 del 25 gennaio 2016