Connect with us

Città Metropolitana

Maresca sulla Lega e su Salvini: “Io non mi vergogno”

Published

on

vergogno

 

Maresca sulla Lega e su Salvini: “Io non mi vergogno”

Maresca, candidato sindaco per Napoli, si sofferma ancora una volta sulla questione centrodestra: come ha ribadito ormai da settimane, lui, sebbene considerato dai partiti del centrodestra il proprio candidato, non ritiene di appartenere ad alcun orientamento politico specifico.

“A me non interessa parlare dei simboli

Dichiara Maresca, “questo lo si deciderà insieme, probabilmente, quando si sarà deciso tutto il resto, quando avremo trovato le convergenze sui programmi e sulla squadra. Ma oggi non è un mio problema. Parlare oggi dei simboli mi sembra un modello non corretto.

“Parliamo di programmi. Napoli e i napoletani devono essere al centro”

Marco Sarracino, segretario provinciale Dem, aveva riservato a Maresca parole molto dure; aveva infatti affermato: La destra sta offrendo uno spettacolo alla città perché basta dire la verità ai napoletani: io sono orgoglioso del mio simbolo del Pd.

“Perché Maresca si vergogna di Salvini e del suo simbolo?”

Maresca ha risposto a queste dichiarazioni asserendo non solo di non aver mai parlato male dei partiti, ma anche di non vergognarsi affatto di Salvini.

Io sono un magistrato in aspettativa che ha fatto giuramento sulla Costituzione e la Costituzione prevede i partiti come organi di disciplina della democrazia. Io sono sotto giuramento della Costituzione e non potrei mai dire qualcosa di diverso, non troverete mai nessuna mia dichiarazione in cui parlo male o posso aver parlato male dei partiti.

“Vergognarsi non credo sia un termine da usare in politica. Chiedetelo al Pd, che governa con questi partiti, qual è l’atteggiamento da tenereora c’è un Governo nazionale con tutti i partiti o quasi nella stessa coalizione, quindi non è un problema mio.

“Io non mi vergogno, non mi sono vergognato quasi di nulla nella mia vita.”

Un botta e risposta che, probabilmente, nel pieno stile della politica a cui siamo abituati, non si fermerà qui. Non resta che attendere di vedere quali saranno i simboli che sosterranno Maresca – e forse così scopriremo quale sarà effettivamente il suo orientamento politico.

 

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *