Connect with us

Coronavirus

Sanremo 2022 minacciato dal Covid

Published

on

I recenti aggiornamenti sul fronte dei contagi da Covid sembrano essere una seria minaccia per il Festival di Sanremo 2022. La comparsa delle nuove varianti a rapida diffusione, come Omicron, sta battendo i record di contagi dall’inizio della pandemia, che in queste ultime settimane stanno raggiungendo anche quota 100mila al giorno. Nonostante sia già il secondo anno di convivenza con il virus, il Festival della canzone italiana sembra essere pronto a ripartire; ma la minaccia del coronavirus potrebbe mettere a rischio alcuni eventi del premio. Le date ufficiali (dal 1 al 5 febbraio) e la presenza del pubblico sono confermate dalle ultime normative, che prevedono la normale apertura di cinema e teatri.

Sanremo 2022: a cosa si dovrà rinunciare?

Il Decreto Legge per le festività, ancora in vigore fino al 31 gennaio 2022, non consente “le feste, comunque denominate, gli eventi a queste assimilati e i concerti che implichino assembramenti in spazi aperti”. L’ordinanza dovrebbe scadere proprio il giorno prima dell’inizio del Festival, ma altre restrizioni mettono a rischio gli eventi che fanno da cornice alla competizione. Infatti, la Liguria (e quindi anche la città di Sanremo) è attualmente in zona rossa, sebbene la speranza comune sia che possa passare in arancione a partire dal 10 gennaio.

Un’eventuale proroga della zona rossa implicherebbe rinunciare all’attesissimo red carpet degli artisti in gara e degli ospiti, che avranno quindi l’obbligo di restare nelle proprie residenze nella zona dell’Ariston, senza la possibilità di incontrare i numerosi fan fuori al teatro. Le restrizioni da zona rossa, inoltre, sarebbero un grande ostacolo per il turismo della città e della regione, che abbonda soprattutto nel periodo del Festival di Sanremo.

Novità per la stampa

Il destino di Sanremo 2022, di conseguenza, è ancora incerto. La diretta televisiva della prima settimana di febbraio sembra essere l’unica certezza a cui affidarsi, ma la situazione sanitaria potrebbe cambiare inaspettatamente le carte in tavola. Si spera che il Decreto Legge per le festività non subisca alcuna proroga, così come non sembra possibile l’eventualità di un rinvio del Premio, anche se i picchi dei contagi continuano a preoccupare.

Le disposizioni di sicurezza di quest’anno prevedono una novità anche per gli addetti stampa del Festival. I giornalisti non potranno ascoltare le canzoni del Premio nella stessa sede, ma saranno divisi in due città diverse. Il primo ascolto previsto sarà effettuato il 13 gennaio e dovrebbe avere luogo tra Roma e Milano. In questa occasione, comunque, gli esperti non saranno tutti in presenza ma anche collegati virtualmente. Successivamente, la stampa potrà esprimere la propria opinione e recensire i brani ascoltati su giornali e blog, regalando una piccola anteprima dei testi tramite i commenti a caldo. Per scoprire ufficialmente i testi dei brani in gara, bisognerà attendere la settimana precedente al Festival di Sanremo 2022, quando saranno pubblicati sulla rivista TV Sorrisi e Canzoni.

Quali sono gli altri eventi a rischio?

La minaccia del Covid sembra persistere non solo intorno all’Ariston, ma anche a tutte le altre trasmissioni Rai che, in contemporanea al Festival, sono solite trasferirsi temporaneamente a Sanremo. Così, per il secondo anno consecutivo, programmi come La vita in Diretta (condotto da Alberto Matano), Oggi è un altro Giorno (condotto da Serena Bortone), e molti altri, potrebbero dover restare nella loro sede originale. Le uniche eccezioni sembrerebbero essere la tradizionale puntata post-finale di Domenica In, con la conduzione di Mara Venier, e lo speciale Casa Sanremo. Purtroppo è già sicuro che il solito Gran Galà della Stampa, della notte precedente all’inizio della kermesse, non si terrà. La buona notizia è che sicuramente anche quest’anno potremmo passare una settimana in compagnia della musica italiana, anche se con qualche rinuncia necessaria alla ripresa della situazione sanitaria.

___

Continua a seguirci il sul nostro sito e sulla nostra pagina facebook e, per essere sempre aggiornato, iscriviti al nostro canale Telegram

 

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Direttore responsabile: Maurizio Cerbone Registrazione al Tribunale di Napoli n.80 del 2009 Editore: Komunitas S.r.l.s. - P.IVA 08189981213 ROC N° 26156 del 25 gennaio 2016