Connect with us

Cultura

In vendita la casa con il soffitto dipinto da Caravaggio: Villa Aurora sarà venduta

Published

on

villa aurora

Il Casino di Villa Aurora a Roma, noto comunemente come Casino di Villa Ludovisi, è stato messo all’asta il 18 gennaio scorso. All’interno della struttura, risalente al 16esimo secolo, si trova l’unico dipinto di Caravaggio raffigurante Giove, Nettuno e Plutone.

L’affresco raffigura la sfera celeste con una sequenza di segni zodiacali e vicino le figure di Giove con l’aquila, di Nettuno con il cavallo marino e di Giove con il Cerbero. Si pensa possa essere stato realizzato nel 1599 dall’artista. Il dipinto è un omaggio al mondo dell’alchimia.

Il globo traslucido, al centro della scena, mostra il sole in orbita attorno alla terra e i segni zodiacali dei pesci, dell’ariete, del toro e dei gemelli.

A causa della pandemia, l’asta si è svolta in modalità telematica. Il prezzo di base era di 471 milioni di euro. L’offerta minima garantita di 353.250.000.

Tuttavia, si è chiusa senza aggiudicazione la gara per vendere il Casino, l’unica struttura superstite di villa Ludovisi, tra le residenze private più belle della Roma pre-unitaria, vicino via Veneto.

Il sito ‘Fallco Aste, vendite di beni giudiziari’ che aveva pubblicato la procedura, segnala “l’asta deserta”. La villa era stata messa all’asta perché gli eredi del principe don Nicolò Boncompagni Ludovisi, proprietario della dimora, morto nel 2018, non si erano messi d’accordo.

Inizialmente, Bill Gates e un emiro del Qatar avevano manifestato interesse per la struttura di circa 2800 mq di superficie. 

Come raccolto dall’ANSA, la Soprintendenza Speciale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Roma ha richiesto, tra le altre cose, il restauro dei beni architettonici ed artistici. Opere che rimarranno a carico del futuro acquirente, il cui costo (valutato in circa 11.000.000 di euro) è stato detratto dal valore d’asta.
“L’acquisto è soggetto alla condizione sospensiva del mancato esercizio della prelazione da parte dello Stato”, si spiega. Ed è proprio facendo leva su questa ‘clausola’ che già da tempo è stata lanciata una petizione su Change.org rivolta direttamente al ministro della Cultura Dario Franceschini per far sì che lo Stato italiano eserciti il diritto di prelazione in tempo utile e blocchi la vendita a privati della bellissima dimora.

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Direttore responsabile: Maurizio Cerbone Registrazione al Tribunale di Napoli n.80 del 2009 Editore: Komunitas S.r.l.s. - P.IVA 08189981213 ROC N° 26156 del 25 gennaio 2016